2 Novembre 2022 06:47 UTC – Tundra 16L / Kupol 16L / EKS 6

Un Soyuz-2.1b al decollo con all'interno il satellite Tundra 16L - Kupol 16L - EKS 6

La Russia torna nuovamente a lanciare dal cosmodromo di Plesetsk, raggiungendo quota 4 lanci in meno di un mese dallo stesso cosmodromo di partenza. Una quota che in altri tempi avrebbe potuto far felici gli appassionati di spazio russi. Ma, a maggior ragione parlando di Plesetsk, a parte il GLONASS si tratta esclusivamente di satelliti militari, non certo di che gioire.

Nel lancio di mercoledì mattina, a bordo del Soyuz-2.1b si trovava un satellite di allerta precoce di lancio di missili. Il sesto della nuova generazione di questa tipologia e con un ricco ventaglio di nomi per indicare lo stesso satellite. La serie dei satelliti è conosciuta infatti sia con il nome di Tundra, che Kupol, che Edinaya Kosmicheskaya Sistema (EKS).

La sua destinazione Γ¨ stata un’orbita molto particolare, eccentrica e ad alta inclinazione, chiamata proprio Tundra. Un satellite posto in quest’orbita trascorre la maggior parte del tempo sopra una specifica area della Terra. Per questo motivo Γ¨ un’orbita comunemente utilizzata da satelliti per telecomunicazioni che devono servire regioni ad elevata latitudine, e che non potrebbero quindi essere posti in orbita geostazionaria.

Decollo del Soyuz-2.1b con a bordo il satellite Tundra 16L / Kupol 16L / EKS 6

Se hai trovato interessante questa notizia, iscriviti alla newsletter settimanale Rendezvous!
Ogni domenica riceverai comodamente tutte le novitΓ  della settimana.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e la politica sulla privacy di Revue e accetti che Rendezvous riceva il tuo indirizzo email.

Abbonamento ricevuto.

Controlla l'e-mail per confermare l'iscrizione alla newsletter.


Condividi questa notizia con chi vuoi